SEO SIGNIFICATO E TECNICHE

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization il cui significato è letteralmente “Ottimizzazione dei motori di ricerca”. Dietro queste parole si cela un universo di best practices da adottare, finalizzate a ottimizzare i contenuti presenti su un sito web affinché i motori di ricerca (Google ChromeMicrosoft Edge o ancora Bing o Yahoo) indicizzino e riconoscano il giusto valore a queste informazioni. 

Maggiore è il ranking assegnato a una pagina, migliore sarà il suo posizionamento in SERP (Search Engine Results Pages in modo che l’utente scelga il nostro invece di quello di altri. Maggiore è la visibilità, maggiore sarà la possibilità di ottenere traffico. Indipendentemente dalle tecniche di SEO, che in seguito andremo a vedere, ricorda che affinché il sito venga indicizzato è necessario creare un sito con contenuti di valore, originali e soprattutto non copiati!  Scopriamo di più questo mondo.

Indice contenuto articolo: 

  1. STRUMENTI SEO
    1. SEO ON PAGE
    2. SEO OFF PAGE
  2. VANTAGGI

STRUMENTI SEO

Gli strumenti SEO sono diversi e cambiando in base alle attività che vengono utilizzate. 
  • SEO ON SITE chiamata anche SEO ON PAGE è l’insieme di tecniche che si applicano al proprio sito al fine di migliorare il posizionamento delle pagine nella SERP. 
  • SEO OFF SITE chiamata anche SEO OFF PAGE è l’insieme di attività finalizzate ad aumentare il traffico e il posizionamento della singola pagina lavorando sempre sul web ma esternamente al sito stesso. 
  • LOCAL SEO sono le attività che consentono di posizionare il sito web quando un utente effettua una ricerca locale.   

Esistono diversi tool a pagamento a disposizione: i principali sono SEOZOOM e SEMRUSH

SEO ON PAGE

Le tecniche SEO ON PAGE sono soggette a continui cambiamenti in quanto queste si adattano all’algoritmo di Google che è in continua evoluzione. Nonostante ciò, esistono alcune tecniche definite best practices che bisogna sviluppare e che sono anche basilari e che permettono di raggiungere dei risultati. 

1. Scrivere un Title (titolo suggerito a Google da mostrare in SERP) efficace e accattivante. Max 60 caratteri.

2. Redigere una Meta Description informativa in grado di spiegare in max due righe l’argomento trattato nella pagina. Max 150 caratteri.

3. Creare una struttura semplice e leggibile utilizzando capitoli, titoli, sottotitoli, paragrafi, etc.

  • H1 è il titolo che si legge quando si apre un articolo. In questo caso sarà “A cosa serve la SEO?”.
  • H2: sono i sottotitoli che aiutano il lettore a comprendere quali sono gli argomenti che verranno trattati nelle singole sezioni. 
  • All’ interno delle singole sezioni è possibile inserire ulteriori sottotitoli (max H6) così da facilitare la comprensione del lettore impendendo di creare un muro di testo che scoraggia il lettore a proseguire nella lettura.

4. Inserire nel Tag delle immagini dei contenuti descrittivi così da aiutare gli ipovedenti a comprendere l’immagine e Google in quanto lo aiuterà a comprendere il tipo di contenuto che sis ta trattando. 

5. Utilizzare gli anchor text ovvero una parola o un insieme di parole che se cliccato permette di entrare in un altro documento o dello stesso sito (link interno) o di un altro sito (link esterno). Questa tecnica è importante perché Google utilizza gli anchor text come parametro per valutare il tipo di argomento trattato sulla base della pagina linkata così da comprendere la quale query di ricerca utile per fare comparire la pagina. Bisogna utilizzare questa tecnica con parsimonia perché se utilizzata eccessivamente Google potrebbe decidere di penalizzare il rank della pagina e il sito.  

6. Scrivere contenuti di qualità. Un bravo copywriter è colui che padroneggia l’arte di combinare l’ottimizzazione per i motori di ricerca con la buona scrittura.

  1. Inserisci un sommario perché facilita l’utente a trovare il contenuto che gli interessa.
  2. Usa elenchi puntati e/o numerati.
  3. Usa grassetti per le idee e i contenuti più importanti.
I risultati proposti nella SERP sono la conseguenza della realizzazione di pagine ottimizzate per una determinata query. Ricorda che le query sono diverse dalle keyword!

SEO OFF PAGE

Le tecniche SEO OFF PAGE comprendono sia le tecniche per ottenere backlink di qualità e attività di Digital PR.

1. Il mondo dei backlink è vasto ed è caratterizzato da una lunga storia. È possibile individuare due tipologie: link bulding e link earning. I primi sono penalizzati da Google in quanto letteralmente l’acquisizione dei link esterni non avviene spontaneamente per il valore del contenuto, anzi solo per aver pagato oppure per altre tecniche. Invece per link earning si intende tutti quei link che provengono naturalmente da siti esterni in quanto riconosciuto un sito autorevole. Acquisire naturalmente i link esterni potrebbe essere un lavoro lungo ma che consente di avere un risultato duraturo.

backlink

2. Le attività di Digital PR sono la versione digitale delle relazioni pubbliche. La collaborazione con influencer e personaggi autorevoli del settore hanno potenzialmente un grande impatto sul sito soprattutto se questi oltre a menzionare provvede anche a includere un link nell’articolo.

Digital PR

VANTAGGI

Puntare sulla SERP organica e fare SEO, mettendo in campo competenze tecniche settoriali e abilità linguistiche nell’elaborazione testuale, significa effettuare un investimento a lungo termine: il percorso di crescita è graduale ma duraturo, poiché le pagine posizionate per le keyword d’interesse garantiscono al brand una visibilità altrimenti difficilmente raggiungibile.

Un sito con un buon posizionamento nella SERP organica permette di: 

  1. risparmiare gli investimenti su PPC (Paper Per Click) ovvero sulle campagne Google ADs perché se si occupano le prime posizioni della prima pagina nei risultati organici lo si ottiene senza costi.
  2. portare traffico al sito web perché l’utente a causa dell’effetto scroll si limiterà a cliccare sui primi risultati. 
  3. aumentare la fiducia degli utenti e la Brand Awareness. 

Un sito che compare nei primi risultati della ricerca di Google genera più clic, più traffico e (nel caso di un e-commerce) più acquisti: affidarsi a specialisti nell’ambito SEO può rivelarsi una soluzione vincente in molteplici situazioni e queste pratiche di ottimizzazione possono soddisfare le esigenze di qualsiasi tipologia di attività.

 

La SEO è importantissima, soprattutto nel contesto odierno, sempre più digitale, in cui non essere presenti sul Web in modo consolidato e autorevole rappresenta un grave danno per l’azienda in termini di perdita di potenziali clienti. 

Emil Tonelli

Vuoi ottenere il massimo profitto dalla comunicazione online e sui social?