Landing page: Gli errori più comuni da evitare

Indice dei contenuti

 Una landing page efficace è uno strumento indispensabile per convertire i visitatori in clienti. Tuttavia, spesso si commettono errori nella struttura e nel contenuto che possono compromettere il successo di queste pagine.

In questo articolo forniremo alcuni consigli per la creazione di landing page efficaci e analizzeremo i più comuni errori da evitare. Sia che siate un imprenditore, un marketer o un webmaster, queste informazioni vi aiuteranno a ottimizzare le vostre landing page e a raggiungere i vostri obiettivi di conversione.

La Struttura della landing page 

La struttura della landing page è fondamentale per catturare l’attenzione dei visitatori e guidarli verso l’azione desiderata. Ecco l’ordine da seguire quando se ne realizza una:

1.Titolo e descrizione del prodotto

Il titolo della vostra landing page e la descrizione del prodotto sono i primi elementi che i visitatori noteranno. Assicuratevi che sia chiaro, accattivante e mirato al vostro pubblico di riferimento. Utilizzate un linguaggio diretto e persuasivo per suscitare interesse e far sì che i visitatori desiderino saperne di più.

La descrizione del prodotto, servizio o offerta dovrebbe essere breve, ma sufficientemente esaustiva da catturare l’interesse delle persone. Il linguaggio usato dev’essere semplice e chiaro per spiegare i vantaggi principali e come la vostra offerta risolva i problemi o le necessità del pubblico di riferimento.

2. I Feedback dei clienti

Le testimonianze positive, come le recensioni dei clienti soddisfatti o le statistiche che dimostrano l’efficacia della vostra offerta, sono elementi che estendono la fiducia dei visitatori nella landing page. Includi questi elementi in posizioni strategiche per generare maggiore credibilità ed incoraggiare i visitatori a intraprendere l’azione desiderata.

3. Call-to-Action (CTA) e Descrizione del Team

Gli ultimi due elementi che il visitatore dovrebbe incontrare nella landing page sono la CTA e la descrizione del Team. Quest’ultima, che spesso è denominata “Chi siamo”, è un utile strumento per far conoscere chi sta dietro al prodotto o servizio che state offrendo. Questo vi renderà più affidabili agli occhi dei possibili acquirenti. 

Per quanto riguarda il CTA, esso è l’elemento che spinge i visitatori ad agire. Assicuratevi che sia ben visibile, ben posizionato e formulato in modo chiaro. Utilizzate verbi d’azione e parole che creano urgenza per motivare i visitatori a compiere l’azione desiderata. Evitate CTA generiche come “Clicca qui” e optate per formulazioni più specifiche come “Acquista ora” o “Iscriviti subito”.

Errori Comuni da Evitare 

Ora che abbiamo analizzato come dev’essere organizzata una landing page efficace, è importante conoscere gli errori comuni che spesso compromettono il successo di queste pagine. Evitare i seguenti errori può fare la differenza nella conversione dei visitatori in clienti.

Mancanza di Chiarezza

La mancanza di chiarezza nella comunicazione del valore e dei benefici della vostra offerta può confondere i visitatori e spingerli ad abbandonare la pagina. Assicuratevi che il messaggio principale sia immediatamente comprensibile e che i visitatori capiscano cosa devono fare per ottenere ciò che promuovete. Nel caso offriste più di un prodotto, evitate di inserirli nella stessa landing page a meno che non siano strettamente collegati.

Mancanza di Feedback o Testimonianze

Se la vostra landing page non include feedback positivi da parte dei clienti soddisfatti, rischia di perdere l’opportunità di convincere i visitatori scettici. D’altra parte, se i feedback vengono inseriti dopo la CTA, un utente ancora indeciso rischierà di abbandonare la pagina prima ancora di imbattercisi.

Per questo motivo è necessario includere le testimonianze subito dopo la descrizione dell’offerta. Così facendo saranno evidenti l’apprezzamento e la soddisfazione degli utenti che ne hanno già beneficiato e gli altri saranno spronati a fare lo stesso. 

Una landing page ben strutturata e priva di errori può fare la differenza nella conversione dei visitatori in clienti. Nel corso di questo articolo, abbiamo esaminato come strutturarla in modo efficace, Inoltre, abbiamo analizzato alcuni degli errori più comuni da evitare nella sua realizzazione.

Come ci fa notare Luca Orlandini, l’ordine da seguire nella costruzione di una landing page efficace è: Descrizione, feedback ed infine “Chi siamo” e prezzi. Invertendo l’ordine di queste parti si rischia di far perdere efficacia alla nostra pagina.

Ricordate che una landing page ben realizzata richiede anche test e ottimizzazioni continue. Monitorate le metriche di conversione, analizzate il comportamento degli utenti e apportare le modifiche necessarie per migliorare continuamente l’efficacia della tua pagina.

Ricordate sempre di rivolgervi al vostro pubblico di riferimento in modo chiaro, coinvolgente e convincente, offrendo loro un’esperienza utente ottimale e creando fiducia attraverso feedback positivi e testimonianze.

Seguendo queste linee guida, sarete in grado di creare landing page che attirano e coinvolgono i visitatori, spingendoli a intraprendere l’azione desiderata ea diventare clienti soddisfatti.

Se vuoi saperne di più sulle landing page “clicca qui”