I 10 migliori consigli SEO per il 2023.

Questi sono i 10 consigli seo più potenti e metodi per fare crescere il tuo business nel 2023

Photo by Firza Pratama on Unsplash

se vuoi far crescere la tua attività online, ecco i 10 migliori consigli SEO per il 2023. Questi 10 consigli SEO ti aiuteranno a decifrare il codice e ottenere posizionamento più elevate nei motori di ricerca, facendo così crescere la tua attività.

Questi 10 migliori consigli SEO si concentreranno sui migliori consigli per l’ottimizzazione on-page, l’ottimizzazione off-page e la tecnica SEO. Tratteremo le migliori informazioni per concentrarci su vari aspetti come la ricerca vocale, l’ottimizzazione mobile, il principio EAT di Google, gli snippet in primo piano e altro ancora.

Diamo un’occhiata ai 10 migliori consigli SEO per il 2023

10. Ricerca vocale

Ricerca vocale: se hai intenzione di ottimizzare la tua ricerca vocale, prendi in considerazione la scelta di parole chiave sagge per trovare frasi più lunghe che gli utenti utilizzano nelle conversazioni quotidiane. Crea pagine Web in grado di rispondere alle domande frequenti perché quando gli utenti fanno una domanda, iniziano la loro domanda con parole come chi quando cosa. Ricorda di creare contenuti basati sulla persona.

 9. Ottimizzazione mobile

Ottimizzazione mobile: devi già sapere quanto è importante rendere il tuo sito ottimizzato per i dispositivi mobili per una migliore esperienza utente, ma sapevi anche che avere un’applicazione ottimizzata per i dispositivi mobili influisce sull’ottimizzazione dei motori di ricerca? Semrush conferma che entro il 2025, circa il 73% degli utenti di Internet accederà a Internet tramite dispositivi mobili. Pertanto è essenziale ottimizzare i siti Web per i dispositivi mobili.

8. Principio di Google EAT

Principio di Google EAT — Google ha confermato che la qualità dei contenuti è un fattore essenziale per il posizionamento nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca, ma cosa significa la qualità per Google? Bene, i contenuti che soddisfano il principio di Google EAT si organizzeranno più in alto. Sta per Competenza, Autorevolezza e Affidabilità. Questi elementi determineranno se una pagina web ha contenuti di qualità di valore.

 7. Snippet in primo piano

Snippet in primo piano — Snippet questi risultati sono presenti nella parte superiore della pagina. Google sceglie in modo programmatico la risposta migliore dal sito Web di terze parti e la visualizza sullo snippet in primo piano. Alcuni dei modi per ottimizzare i feature snippet sono organizzare i tuoi contenuti in modo strutturato, assicurarti che un articolo risponda a molte domande simili, utilizzare immagini accattivanti e l’ultimo punto creare risposte con tabelle per guidare i clic e scrivere intestazioni dedicate per rispondere in primo piano con snippet come la carne rossa è salutare.

6. Ottimizzazione delle immagini

Ottimizzazione dell’immagine secondo Semrush. L’ottimizzazione delle immagini giocherà un ruolo di primo piano nella ricerca. Nel caso in cui le immagini sul tuo sito web non siano ottimizzate, assicurati di occupartene subito. Ricorda di utilizzare immagini di alta qualità e immagini pertinenti e di utilizzare un’etichetta adatta per il tuo file immagine. Includi immagini nella mappa del tuo sito man mano che diventa più facile per i bot eseguire la scansione e, infine, utilizza i tag alt poiché i crawler lo utilizzano per classificare le immagini.

L’ottimizzazione delle immagini può aiutare la tua pagina web a mostrare le anteprime dell’immagine sui motori di ricerca. Il testo alternativo viene visualizzato sulla pagina Web quando un’immagine non viene caricata sullo schermo di un utente. Viene anche utilizzato da Google per guidare il significato dalle immagini.

5. Parole chiave semanticamente correlate

La ricerca semantica diventerà un fattore essenziale per il posizionamento in futuro. Le parole chiave semantiche sono collegate alle parole chiave primarie che indirizzano il traffico pertinente sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca. Un modo semplice per cercare le parole chiave LSI è sulla ricerca semantica SERP di Google; può essere eseguito con saggezza scrivendo contenuti mirati alla domanda che il tuo pubblico di destinazione sta cercando.

Ricorda di ottimizzare i contenuti per i cluster di argomenti invece di concentrarti esclusivamente sulle parole chiave e, infine, utilizza i dati strutturati e scegli le tue parole chiave semantiche. Questo può essere fatto anche con l’aiuto di uno strumento completo per le parole chiave che trova parole chiave semanticamente correlate.

4. Costruire collegamenti di qualità

Costruire collegamenti di qualità al tuo sito Web è fondamentale se miri a gestire una strategia SEO di successo ea lungo termine. Costruire collegamenti di qualità non può essere ignorato; nel 2016, Google ha dichiarato che la creazione di link di qualità è uno dei primi tre segnali di ranking. Scegli sempre la qualità piuttosto che la quantità, poiché la creazione di collegamenti di qualità ai tuoi contenuti può aumentare le pagine dei prodotti e delle categorie nelle SERP.

Permettetemi di condividere alcune strategie pratiche che aumenteranno notevolmente il numero di link che puntano al vostro sito web.

Il primo è guadagnare backlink da pagine web pertinenti e autorevoli.

Successivamente, promuovi regolarmente i tuoi contenuti sui social media. Scegli il guest blogging e l’influencer marketing.

Approfitta delle piattaforme di social media come Facebook, Twitter e Instagram e avvia la tua pagina, quindi partecipa ai forum per interagire con il tuo pubblico di destinazione.

Avvia il tuo blog e attira il tuo pubblico di destinazione con i tuoi preziosi contenuti.

Infine, fatti elencare in directory di link di alta qualità. Questo ti aiuterà a creare collegamenti da siti Web autorevoli.

3. Elenco di ricerca locale

La SEO locale è la pratica di ottimizzare un sito Web per ottenere traffico dalla ricerca basata sulla posizione; è il modo migliore per commercializzare i tuoi prodotti e servizi ai clienti locali. Secondo Google, i risultati locali si basano su pertinenza, distanza e importanza; questi fattori aiutano Google a trovare la corrispondenza migliore per la tua ricerca.

Per questo motivo, diventa essenziale che i tuoi dati siano accurati e coerenti su Internet. Semrush conferma che gli elenchi di ricerca locali svolgeranno un ruolo più significativo nelle strategie SEO. Supponiamo che tu voglia sapere come ottenere la tua attività nella scoperta locale. Vai alla pagina Google My Business e creane una tua. Per questo, è anche essenziale avere un forte profilo di backlink.

2. Esperienza dell’utente

L’esperienza dell’utente su UX negli ultimi anni è diventata un importante fattore di ranking per Google; tuttavia, sempre più SEO Specialist si sono interessati alla UX. Un’ottimizzazione UX non è altro che concentrarsi sul visitatore.

Considera la partnership tra l’ottimizzazione dei motori di ricerca e l’esperienza utente in questo modo, l’ottimizzazione dei motori di ricerca si concentra sui motori di ricerca e l’esperienza utente si rivolge ai visitatori del sito Web, quindi entrambi condividono l’obiettivo comune di offrire agli utenti il ​​miglior risultato.

Lascia che ti mostri alcune pratiche per sfruttare efficacemente i design UX per migliorare le prestazioni SEO del tuo sito.

Semplifica la navigazione del tuo sito: una buona architettura del sito aiuta a guadagnare traffico.

Utilizza il design UX per layout SEO-friendly, il che significa rendere i contenuti facili da digerire immagini e video infusi quando possibile.

Ottimizza per il design responsivo per dispositivi mobili poiché oltre il 50% di tutto il traffico è ora guidato dalla ricerca per dispositivi mobili. Se il tuo sito non è mobile responsive, noterai uno scarso coinvolgimento. Usa ctas molto saggiamente e infine ottimizza per la velocità di caricamento del sito.

1. Marcatura dello schema

Secondo le metriche di ricerca, il 36% delle parole chiave di ricerca richiama almeno uno snippet di funzionalità derivato dal markup dello schema. Il markup dello schema è costituito da microdati che ogni individuo può aggiungere al proprio sito Web per fornire agli utenti una descrizione migliorata su una pagina dei risultati di un motore di ricerca.

In parole semplici, il markup dello schema viene utilizzato per definire il contenuto del sito Web; l’aggiunta di dati strutturati darà al tuo sito web un significativo impulso SEO e aumenterà le tue classifiche. Alcuni degli esempi di markup dello schema sono valutazioni e recensioni, miniature di immagini, disponibilità del prodotto e, infine, collegamenti a siti.

L’implementazione del markup dello schema nel codice HTML è uno dei migliori fattori di ranking e, con questo, siamo giunti alla fine di questo articolo sui suggerimenti SEO. Spero sia stato informativo ed emozionante.

Per approfondire la SEO o per qualsiasi tipo di approfondimento contattaci sarà un’ottima occasione per conoscerci e creare valore per entrambi.

Grazie per aver letto questo contenuto

Emil Tonelli

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]